Monteti 2012. Maremma che vino!

Monteti 2012. Maremma che vino!

Monteti è una giovane azienda vinicola nell’estremo sud della costa toscana, a pochi km dal confine con il Lazio. La tenuta si estende in Maremma, alle spalle della collina di Capalbio, che la protegge dal mare. L’affaccio verso il litorale si ha invece verso sud ovest, da dove spirano brezze rinfrescanti come è facile immaginare. Le vigne sono state create ex novo in un’area incontaminata, con un progetto accurato quasi ingegneristico.

Il vero artefice della qualità dei vini è il luogo: una vallata incontaminata, il clima caldo, ma non estremo, sempre ventilato e ricco di luce, il suolo roccioso. Monteti appartiene alla famiglia romana Baratta ed è seguita enologicamente da Carlo Ferrini. Coltiva vitigni bordolesi e il vino di punta, il Monteti, è un assemblaggio originale con prevalenza di Petit verdot.

Monteti 2012 – Toscana IGT – Petit verdot 55%, Cabernet franc 25%, Cabernet sauvignon 20%.

A quasi 10 anni dalla vendemmia il Monteti 2012 mantiene un colore compatto fino all’orlo di tonalità rubino appena tendente al granato, vivido e luminoso. Non esita nel manifestarsi al naso; il profumo è sviluppato su sensazioni di legno di cedro e ribes nero con cenni di prugna e poi un’ampia sfaccettatura speziata. Affascina soprattutto la precisione della composizione del bouquet, la sua armonia e pulizia. Al sorso ho trovato con sorpresa una vena fresca alla base della progressione. I tannini sono scolpiti al cesello, creano volume con grande maestria e raffinatezza. Richiama la beva grazie al suo incedere dinamico e scattante; allo stesso tempo si espande rapidamente con aromi balsamici e speziati. Nel finale di bocca sviluppa una mineralità gustativa da vino di razza. La persistenza è veramente notevole e avrebbe potuto conservarsi in bottiglia altri 10 anni.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *