Badia a Coltibuono: Chianti Classico senza compromessi

Badia a Coltibuono: Chianti Classico senza compromessi

La viticoltura è sopravvissuta alle invasioni barbariche nel Medioevo e si è sviluppata fino ai giorni nostri grazie alla perseveranza dei monaci nei loro monasteri e nelle loro abbazie. in Toscana un posto dove ancora si può respirare questa tradizione è Badia a Coltibuono (L’Abbazia del buon raccolto), fondata nel lontano XI secolo. La famiglia Stucchi Prinetti, proprietà attuale, ha posto attenzione nell’ottimizzare pratiche agronomiche ed enologiche, tenendo a cuore la tradizione del sangiovese e dei vitigni autoctoni del Chianti.

L’abbazia e i vigneti si trovano nel comune di Gaiole in Chianti, sul bordo orientale del territorio del Chianti su colline alte, circondate da boschi. Condizioni climatiche fresche garantiscono una maturazione lenta dei grappoli d’uva, preservando la preziosa acidità del frutto, che si traduce in vini dal carattere elegante. Il sangiovese è la principale uva coltivata qui, affiancato da altre varietà locali, comprese alcune molto antiche. Una nuova cantina a pochi km dall’Abbazia è stata costretta per una vinificazione scrupolosa.

Badia a Coltibuono è un’azienda biologica. La filosofia enologica tradizionale ha per obiettivo uno stile di purezza e eleganza. Nessun vitigno internazionale è utilizzato in uvaggio col sangiovese e per la maturazione del vino si utilizzano botti grandi, che lasciano esprimere le caratteristiche territoriali nel gusto del vino.

Riporto le note di una degustazione, in cui ho assaggiato annate correnti e alcune più vecchie, per dimostrare che i vini di Badia a Coltibuono, oltre che eleganti, possono essere longevi e sicuramente beneficiano di qualche anno di sosta in bottiglia.

Chianti Classico 2016

Grazie a una stagione abbastanza equilibrata con escursioni termiche importanti durante l’ultima fase di maturazione dell’uva, il vino è molto saporito e profumato, succoso con tannini precisi che hanno un impatto setoso al palato.

Chianti Classico Riserva 2015

Il vino è soprattutto fruttato e completamente secco; è strutturato e possente con tannini ben integrati e lungo finale di bocca. Adatto ad un’ulteriore evoluzione in bottiglia.

Chianti Classico Riserva 2008

Color rosso granato con bordo aranciato. Ha profumi evoluti di confetture, che ricordano prugna e amarena, oltre a fiori essiccati e accenno di carne cruda. Il gusto è ancora fresco dopo molti anni dalla vendemmia e puro negli aromi di arancia rossa e sensazione salina. I tannini sono delineati perfettamente.

Chianti Classico Riserva 2007

Rosso granato con profumi di frutta matura, un tocco di spezie e cuoio. Il gusto potente è condizionato da tannini fitti che incrementano il volume di bocca e sposano il sapore di ciliegia che emerge, delizioso, nella lunga chiusura.

Cultus Boni Chianti Classico Riserva 2015

Aspetto vivido, color rosso granato. Profumi balsamici e di frutta fragrante. Corposo con tannini decisi che si fondono con sapori intensi e fruttati.

Sangioveto Toscana IGT 2013

Rosso rubino appena tendente al granato. Al naso ricorda inizialmente tabacco e sottobosco, poi anche ciliegia sotto spirito. Il gusto tonico e intenso è impreziosito da una trama raffinata di tannini perfetti. È fine e vibrante e ha un finale lunghissimo.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *